Browsing Category Cosa succede

Le mie peggiori amiche.

Archiviate le mollezze estive, l’anno nuovo ha inizio. Mi ritrovo a cercare con insistenza le compagne di bisboccia realizzando che mi piace bere con le donne. Anzi, preferisco di gran lunga la loro compagnia a quella maschile quando voglio aprire qualche bottiglia. Di professioniste del bicchiere ne vanto un dignitoso palmares. Di solito per le bevute serie, quelle da artiglieria pesante da ingollare col mignolino all’insù, ricorro a Maria Vittoria e Marta. Loro sono belle, spregiudicate e soprattutto sono sommelier. In mezzo a quelle due mi sento al sicuro; saprebbero trovare qualcosa di interessante anche nel descrivere la sciacquatura dei piatti,…

Continue Reading
1 Comment

In amor vince chi beve.

Tu lo sai bene; eri presente. Le nostre vite sono coincise fino a che abbiamo raggiunto la maggiore età, poi ci ha pensato l’amore a inceppare il ritmo delle nostre esperienze, mandandoci definitivamente in asincronia. Eravamo in Puglia quando tutto quello in cui credevo si stava sgretolando, mentre tu ti aprivi con calcolata circospezione ad una nuova storia. Sono passati cinque anni, e siamo tornate in Puglia. Neanche a farlo apposta, stiamo vivendo a parti invertite lo stesso copione; siamo solo più grandi, sicuramente un po’ più smaliziate. La Puglia è così, qui succede sempre tutto. Le donne sono belle…

Continue Reading
1 Comment

Il bere trionferà sul male?

Le Leggende talmudiche dicono che Noè, dopo averci salvato dal diluvio, piantò la vite con l’aiuto del diavolo, presentatosi sotto mentite spoglie. Questi asperse il terreno con il sangue di una pecora, di un leone e di un porco, a simboleggiare le conseguenze dell’abuso del vino. Un giorno Noè si ubriacò forte, denudandosi davanti al figlio Cam in un momento di mostrificazione estrema. Immaginate di trovarvi davanti vostro padre, delirante e con tutti gli offendicoli in bella mostra. Il poverino, che non sapeva cosa fare né dove guardare, chiamò a sé Sem e Jafet, i fratelloni, che percorsero girati di…

Continue Reading
2 Comments

Il rischio di essere felici.

Il punto è che mi piacerebbe che la mia passione per il vino diventasse una professione, e che da sempre Roy Ayers mi ha portato fortuna. Ma partiamo da Roy Ayers. Questo signore dall’espressione gioviale e dal sorriso irresistibile ha l’età di mio padre, e come lui è del segno della Vergine. Quando ho lanciato il mio primo grido al mondo, Roy e mio padre avevano quasi  35 anni e condividevano baffi simili. Erano fichi, come si era fichi negli anni 70: magrissimi e con tanti capelli crespi, occhiali a goccia e abiti striminziti. Roy Ayers è sempre stato presente…

Continue Reading
0 Comments